Get Adobe Flash player
Lattari Serramenti Infissi
[Area utenti temporaneamente disattivata]

L'esperto risponde

In questa sezione potete porre le Vostre domande agli esperti.

Gli esperti del portale

CLAUDIO BONA (offline)
ESPERTO
Infissi, serramenti
Architetto CLAUDIO BONA
Vai al profilo
RINO FALSONE (offline)
ESPERTO
Consulenza agli acquisti
Sig. RINO FALSONE
Vai al profilo

Poni adesso una domanda all'esperto

Archivio domande e risposte

Poni adesso una domanda al nostro esperto!
03/07/2014
luigi basile
DOMANDA posta da luigi basile
"Gentilissima ing. , sono il sig. Basile, e sono in piena fase di costruzione di un appartamento(prima casa) accatastato in F4(completamento),non potendo chiedere le detrazioni previste per la ristrutturazione,è almeno contemplata qualche agevolazione per il risparmio energetico (conto termico)?.La ringrazio per la disponibilità e la saluto cordialmente."
Roberta Sunda
RISPOSTA dell'esperto Roberta Sunda (Dott. Ing.)
"Gentilissimo Sig. Basile le Detrazioni fiscali (50% e 65%) e gli incentivi del Conto Termico riguardano soprattutto edifici ed impianti esistenti. Infatti il Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n.192 impone per i nuovi edifici l'applicazione di requisiti minimi in materia di prestazioni energetiche degli edifici. Il Conto Termico risulta però applicabile, anche sul NUOVO, per l’installazione dei pannelli solari termici, compresi quelli con integrazione del solar cooling. Il D.M. 28/12/12, però, precisa che gli interventi realizzati ai fini dell’assolvimento degli obblighi di ricorso alle fonti energetiche rinnovabili (FER), di cui all’art. 11 del D.Lgs. 28/11, accedono agli incentivi del Conto Termico limitatamente alla quota eccedente quella necessaria per il rispetto degli obblighi di cui all'allegato 3. Cordialmente Roberta"
02/07/2014
luigi basile
DOMANDA posta da luigi basile
"Egregio architetto sono il sig Basile e volevo porle alcune domande di carattere tecnico. Abitando in un paese di montagna sito a quota 1200 slm, conviene montare degli infissi di alluminio-legno a taglio termico o in PVC sempre a tagliontermico? Le finestre e le porte-finestre realizzate con profilo in alluminio legno wood 72 TT possono montare dei vetri 4-16-4-16-4? Ringraziandola per la sua disponibilità le porgo cordiali saluti."
CLAUDIO BONA
RISPOSTA dell'esperto CLAUDIO BONA (Architetto)
"Gentilissimo Sig. Basile, al fine di rispondere alla sua cortese domanda, desidero fare una premessa. Il valore di trasmittanza termica U viene determinato di volta in volta per ciascun serramento attraverso l’analisi delle caratteristiche termiche del profilo adottato e della vetratura proposta. Pertanto non si può parlare di un parametro standard univoco ma di un valore personalizzato per ciascun infisso, che il produttore corretto, dichiara sulla scheda tecnica di ciascun elemento. Ciò premesso, a precindere dalla ubicazione geografica, per esperienza personale, propenderei per la soluzione in PVC, in quanto materiale con caratteristiche inerti efficaci legate anche alla struttura pluricamera con cui sono costituiti i profili. Nel suo caso, concordo che la scelta più corretta per la vetratura è quella di adottare un pannello a doppia camera, e a questo proposito le segnalo che tutte le tipologie di profilo Aluplast utilizzati dalla Ditta Lattari per costruire i propri serramenti, possono essere equipaggiati con vetratura bicamera. Nella speranza di essere stato esaustivo, la saluto cordialmente."
22/01/2014
ANTONIO COREA
DOMANDA posta da ANTONIO COREA
"La ringrazio per la tempestività nella risposta. La ditta fornitrice degli infissi, alla segnalazione di mio fratello, lo ha invitato a leggere la faq 39 del sito Enea dove, in effetti, la normativa prevede che la trasmittanza può essere ricavata mediante calcolo semplificato secondo UNI EN ISO 10077-1.Per tale motivo non ha inteso modificare la certificazione consegnata e quindi sull'allegato F si inserirà un unico valore.E' esatto? Grazie."
CLAUDIO BONA
RISPOSTA dell'esperto CLAUDIO BONA (Architetto)
"Buongiorno Perdoni il ritardo con cui rispondo al suo quesito. Corrisponde al vero che esiste una procedura semplificata per la determinazione del valore di trasmittanza, ma è anche vero che tale procedura nella maggior parte dei casi viene utilizzata quando sono carenti i dati di partenza, procedendo quindi per approssimazione. Inoltre se non ricordo male la norma prevede l'assimilazione per categorie dimensionali fissando le dimensioni minime e massime del serramento, riferimento questo che ritengo debba essere dichiarato nel documento conclusivo. Conclusione, ritengo che il fabbricante abbia a disposizione tutti gli elementi per calcolare, determinare ed esprimere correttamente il valore "U" di ciascun serramento di sua produzione senza ricorrere alle procedure semplificate."
15/01/2014
ANTONIO COREA
DOMANDA posta da ANTONIO COREA
"buongiorno, ho sostituito gli infissi di casa mia e nella certificazione tecnica consegnatami per ogni infisso la trasmittanza termica era diversa con variazioni da 1,59 a 1,62. Analoga cosa ha fatto mio fratello ma i suoi infissi hanno tutta la stessa trasmittanza pur in presenza di misure diverse.E' normale o una delle due certificazioni è sbagliata? Grazie e cordialità"
CLAUDIO BONA
RISPOSTA dell'esperto CLAUDIO BONA (Architetto)
"Buongiorno Il valore della trasmittanza termica viene calcolato in base a trutte le componentisticvhe del serramento, telaio, vetratura, guarnizioni è ovvio che tra queste variabili è considerata anche la dimensione. Conseguentemente risulta impossibile che due serrameneti con carattristiche analoghe o addiriuttura uguali, ma con differenti dimensioni, possano avere lo stesso valore di traswmittanza. Conclusioni: ritengo che le certificazioni di suo fratello siano state elaborate sulla base di valori standard e non personalizzate, pertanto poco affidabili."
18/11/2013
Antonino Pontecorvo
DOMANDA posta da Antonino Pontecorvo
"Gentile. Architetto, le volevo porre la seguente domanda. Parliamo di infissi legno/alluminio. Nel caso in cui fosse accertato e manifesto che si è avuta una cattiva posa o dimensionamento degli infissi, che ha dato luogo ad infiltrazioni di acque meteoriche dall' esterno con conseguente deterioramento del legno. E' possibile pensare di sostituire solo il legno o è necessario cambiare tutto l'infisso. Saluti"
CLAUDIO BONA
RISPOSTA dell'esperto CLAUDIO BONA (Architetto)
"Gentilissimo La domanda è abbastanza ccomplessa come pure la risposta. Sarebbe infatti importante poter constatare il danno e soprattutto conoscere le caratteristiche del profilo del quale stiamo parlando. Esistono infatti due tipi di accoppiamenti, legno/alluminio o alluminio/legno. Nel primo caso la parte legno rappresenta la struttura principale del serramento mentre l'alluminio è la finitura esterna protettiva. Nel secondo caso è l'esatto inverso. Pertanto se parliamo di legno/alluminio, se esiste un danno nella parte in legno, temo che il serramento sia irrimediabilmente compromesso. Nel secondo caso, essendo il legno solo una finitura, ritengo ci siano adeguati spazi di intervento. Cordiali slauti"
13/11/2013
Antonino Pontecorvo
DOMANDA posta da Antonino Pontecorvo
"Scrivo per chiedere la seguente info. Dovendo eseguire una verifica su di un'anta a battente (legno alluminio) con soglia ribassata, mi interessava sapere se ci fossero delle indicazioni, normative sulla distanza minima della cerniera inferiore dal pavimento. grazie"
CLAUDIO BONA
RISPOSTA dell'esperto CLAUDIO BONA (Architetto)
"Buonasera Per quanto ne so non esiste una normativa che prescrive una distanza minima o massima fra la cerniera inferiore e il filo pavimento. Il tutto dipende dal tipo di sistema e dalle prescrizioni in esso contenute che possono variare a seconda del tipo di apertrura; anta, anta/ribalta. Cordialità"
05/11/2013
Gianni Dalessandri
DOMANDA posta da Gianni Dalessandri
"Le detrazioni fiscali x risparmio energetico sono valide anche se il bonifico va all'estero, come nel vs. caso, e comunque cosa bisogna specificare esattamente nella causale del bonifico per essere sicuri di aver diritto alla detrazione? In banca hanno un applicativo specifico con rif. alla legge x i bonifici Italia che poi segnalano all' Ag. Entrate ma non x quelli a fornitori all'estero. Grazie"
Roberta Sunda
RISPOSTA dell'esperto Roberta Sunda (Dott. Ing.)
"Buonasera, per usufruire delle detrazioni fiscali per risparmio energetico effettuando acquisti da ditte estere, e' necessario eseguire un bonifico ordinario europeo inserendo in causale tutti i dati richiesti dalla legge: 1. il riferimento alla L.296/06 2.il codice fiscale del beneficiario della detrazione 3. la partita iva della ditta 4. il numero di fattura."
Nuovi utenti
Alex Dalla Costa (offline)
Eugenio Falbo (offline)
Giulia bondesan (offline)
Walter Carta (offline)
roberto neri (offline)
Vedi tutti gli utenti
Commenti recenti
Articoli più letti
Articoli più commentati
Statistiche
Utenti registrati:
74 utenti
Attualmente online:
1413 ospiti
0 utenti registrati
Contatti | Cerca sul sito | Newsletter | COOKIES | Dati personali | Utenti e collaboratori | Canale RSS RSS | Directory web infissi e serramenti PVC | Blog Infissi Serramenti
Realizzazione sito e Presenza-web